Logo La Cerqua albero
Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

torna allo shop

Agresto condimento balsamico

Aceto dolce a base di mosto cotto, denso, con forte nota acidula. Dolce e aspro insieme, usato fin dai tempi più antichi.
Un prodotto semplice e naturale, riscoperto negli ultimi anni per la versatilità del suo uso in cucina.

Bottiglia da 250 ml.

Disponibile (ordinabile)

 14,00

Disponibile (ordinabile)

Ben conosciuto nell’antica Roma e poi in epoca medievale in tutti quei territori dove si coltivava la vite per insaporire carni e verdure o come componente essenziale di salse più elaborate.
Il termine “agresto” richiama il gusto di aspro e di acerbo e i nostri contadini producevano questa salsina con i piccoli grappoli di uva acerba non ancora maturi al momento della vendemmia e lo lasciavano maturare in un apposito botticello. Presente per secoli in tutte le case contadine.

Consigliato sulle insalate, sulle patate bollite, sulle verdure grigliate, sulle cipolle in agrodolce. Da usare anche sulla carni per insaporire vitello, selvaggina, fegatini di maiale, rigaglie di pollo, scaloppine di tacchino, petto d’anatra.
Alcune ricette con l’Agresto:
– terrina di coniglio con prosciutto o pancetta, agresto e alloro
– medaglioni di maiale rosolati con salsa di cipolle e agresto
– crema di agresto e miele sulle carni grigliate
– gocce di agresto su un carpaccio di funghi e parmigiano

Agresto condimento balsamico

Disponibile (ordinabile)

 14,00

Disponibile (ordinabile)

Aceto dolce a base di mosto cotto, denso, con forte nota acidula. Dolce e aspro insieme, usato fin dai tempi più antichi.
Un prodotto semplice e naturale, riscoperto negli ultimi anni per la versatilità del suo uso in cucina.

Bottiglia da 250 ml.

Ben conosciuto nell’antica Roma e poi in epoca medievale in tutti quei territori dove si coltivava la vite per insaporire carni e verdure o come componente essenziale di salse più elaborate.
Il termine “agresto” richiama il gusto di aspro e di acerbo e i nostri contadini producevano questa salsina con i piccoli grappoli di uva acerba non ancora maturi al momento della vendemmia e lo lasciavano maturare in un apposito botticello. Presente per secoli in tutte le case contadine.

Consigliato sulle insalate, sulle patate bollite, sulle verdure grigliate, sulle cipolle in agrodolce. Da usare anche sulla carni per insaporire vitello, selvaggina, fegatini di maiale, rigaglie di pollo, scaloppine di tacchino, petto d’anatra.
Alcune ricette con l’Agresto:
– terrina di coniglio con prosciutto o pancetta, agresto e alloro
– medaglioni di maiale rosolati con salsa di cipolle e agresto
– crema di agresto e miele sulle carni grigliate
– gocce di agresto su un carpaccio di funghi e parmigiano